• elda

UNA BELLA VITA

Quella pianta di basilico greco che da tre giorni profuma la cucina con le sue minuscole foglie verde scuro è un gioiello di perfezione. Tonda e turgida, è la giungla di casa, il parco, la laguna, la foresta. Noi le giriamo attorno ansiosi e nervosi, vociando e sbraitando. Lei non si muove. Noi ci accaloriamo, vogliamo convincerci a vicenda delle nostre ragioni. Lei non risponde. E noi ci attorcigliamo su noi stessi, incapaci di trovare pace, convinti che non arriverà mai.

Entro in cucina, riempio mezzo bicchiere d'acqua e glielo do. Il primo giorno ha faticato ad ambientarsi. Ora, vicino alla finestra, cresce sana e rigogliosa. Quando le giornate si faranno più calde la porterò sul balcone. Avrà una bella vita.


4 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

PERCEZIONI

È quando si ritira che la nebbia diventa pericolosa. Mentre ci avvolge siamo immobili e non succede nulla. Se inizia ad alzarsi, invece, corriamo fuori e andiamo a sbattere. Nelle cose e nelle persone