• elda

ALTRO

La delusione. La delusione è figlia dell'equivoco. Ci ostiniamo a pensare che sia legata alle azioni altrui, invece è un prodotto della nostra mente: nasce, si sviluppa e muore dentro di noi. Quando rimaniamo delusi è perché ci aspettiamo che qualcuno faccia qualcosa che poi non fa. L'aspettativa è però molto spesso frutto della nostra immaginazione, che con l'altro poco ha a che fare. 

Se non ci sentiamo capiti, se vogliamo ricevere risposte diverse, allora sono i legami che vanno rivisti. L'altro non sa cosa vogliamo: si comporta "da altro", non da "proiezione di ciò che noi ci aspettiamo da lui”.

0 visualizzazioni