top of page
  • Immagine del redattoreelda

CONSAPEVOLEZZA

Il bambino steso sul pontile si sporge per toccare la rana che affiora dall’acqua. Accucciata nell’erba osservo lui che osserva la rana. Il tempo si è fermato e odora di immortalità, quella che vorrei mi venisse concessa per rimanere per sempre accucciata nell’erba a osservare il bambino che osserva la rana. Perché in questo momento non serve null’altro se non l’acqua rigonfia di sole e gonfiata dal vento che nutre le erbe, i pesci, le libellule, il bambino e me.

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page